L'1 sul Gazza

Contenuto

Titolo
L'1 sul Gazza
Descrizione
La foto è stata scattata dal Casino di Bersaglio di Vezzano alle 10:51 ora legale, con l'uso dello zoom.
L'ombra è ben definita.
Autore della fotografia
Data della fotografia
18 maggio 2021 10:51
Licenza d'uso
CC BY
Titolo
L'1 sul Gazza - panoramica
Descrizione
La foto è stata scattata dal Casino di Bersaglio di Vezzano alle 10:51 ora legale.
L'ombra è ben definita. Si vede la strada con la galleria quali punti di riferimento; sotto c'è il paese di Fraveggio.
Autore della fotografia
Data della fotografia
18 maggio 2021 10:51
Licenza d'uso
CC BY
Titolo
L'1 sul Gazza - grosso
Descrizione
La foto è stata scattata all'entrata di Vezzano provenendo da Trento alle 11:47 ora legale.
L'ombra è grossolana ma ancora ben riconoscibile.
Autore della fotografia
Data della fotografia
18 maggio 2021 11:47
Licenza d'uso
CC BY
Titolo
L'1 sul Gazza - in declino
Descrizione
La foto è stata scattata dal grande piazzale sulla curva sopra Vezzano (Fiorenz) alle 12:19 ora legale.
L'ombra si sta dileguando. In primo piano il paese di Vezzano.
Autore della fotografia
Data della fotografia
10 maggio 2021 12:19
Licenza d'uso
CC BY
Nome
L'1 sul Gazza
Descrizione
Sulle falde del Monte Gazza un'ombra che disegna un grande 1, alta una cinquantina di metri, si fa sempre più evidente tra le 9 e le 10 ora solare, per poi affievolirsi e scomparire dopo le 11. È dunque un orologio solare naturale visibile da diversi luoghi del "Pedegagia".
La si può osservare volgendo lo sguardo verso la strada di Ranzo, poco sotto il tracciato appena superata la "galleria" in salita.
Ai nostri valligiani contadini e pastori, privi di orologio, l'osservazione e l'identificazione di quell'ombra era ovvia e per fortuna non è stata distrutta dalla costruzione della strada.
Il messaggio offerto dall'ombra era per loro chiaro: per i pastori era ora di avviarsi verso casa con le bestie al pascolo, per i contadini era ora della pausa per il pranzo e presto sarebbe arrivato qualche bambino a portare il pranzo. I contadini infatti, se erano lontani da casa, si fermavano in campagna e consumavano il pranzo all'ombra di qualche albero, per poi continuare il loro lavoro senza dover rifare di nuovo la strada. Era invece compito dei bambini e delle bambine portare il pranzo ai genitori.
Così ne parlava Nereo Cesare Garbari in un articolo del 1970 riportato a pag. 12 del notiziario comunale, che invitiamo a leggere:
Vezzano 7 (1994/1)
Livello di precisione della collocazione geografica
Collocazione precisa
Collezione

Risorse correlate

Filtra per proprietà

È parte di
Titolo Etichetta alternativa Classe
Pedegagia È parte di Testo