Capitello di San Lorenzo

Contenuto

Titolo
Capitello di San Lorenzo
Autore della fotografia
Data della fotografia
2 agosto 2020
Licenza d'uso
CC BY
Nome
Capitello di San Lorenzo
Descrizione
Posto sotto il dosso di San Lorenzo da cui prende il nome, è detto anche "dei stropèri" e "dei russi", è stato eretto dopo la grave epidemia di colera del 1836 che causò 140 morti a Cavedine.
"Stropèri" è il toponimo della zona, mentre il riferimento ai russi secondo la tradizione popolare pare si riferisca alla presenza di prigionieri russi durante il 1° conflitto mondiale disseminati nei vari paesi, in particolare nella parte alta della valle di Cavedine, impiegati per lo più in lavori stradali.
La nicchia principale ha le tre pareti affrescate: in centro la Madonna con due santi e le anime del purgatorio, a sinistra i Santi Sebastiano e Rocco invocati contro le pestilenze,
a destra i Diecimila Santi martiri; sul soffitto è rappresentata la Colomba dello Spirito Santo.
Sulla nicchia a Ovest è raffigurato Santo Stefano, invocato
per la buona morte, su quella Est San Lorenzo, invocato contro gli incendi e sul lato Nord è raffigurata una Grande croce.
Data di costruzione
1836
Livello di precisione della collocazione geografica
Collocazione precisa