Fucina ramaiolo Manzoni

Contenuto

Titolo
Ex fucina ramaiolo Manzoni
Autore della fotografia
Data della fotografia
22 novembre 2021
Licenza d'uso
CC BY
Nome
Fucina ramaiolo Manzoni
Descrizione
Non sappiamo quando la lavorazione del rame ebbe inizio a Vezzano, è certo però che verso il 1922 essa era fiorente tanto che richiamò da Trento il ramaiolo Pietro Manzoni con i figli Antonio e Alfredo, originari di Vicenza, in qualità di dipendenti del signor Locchi, proprietario della locale fucina. Dopo una breve permanenza a Vezzano, i Manzoni si spostarono sulla roggia di Calavino per avviare un'attività in proprio. Verso il 1927 il Locchi vendette ai Manzoni il Iaboratorio artigianale. Nel 1975 i magli, mossi dalla grande ruota idraulica, batterono i loro ultimi colpi. lniziò così anche per i Manzoni l'era dell'energia elettrica, con macchinari moderni e partendo da fogli di rame bell'è pronti.
Il sito di Ecomuseo con gli approfondimenti è raggiungibile qui:
La lavorazione del rame
Livello di precisione della collocazione geografica
Collocazione precisa
Collezione

Risorse correlate

Filtra per proprietà

È parte di
Titolo Etichetta alternativa Classe
La ruota idraulica Manzoni È parte di Immagine
Ex derivazione fucina Manzoni È parte di Oggetto fisico
fusìna È parte di Testo
Oggetto
Titolo Etichetta alternativa Classe
Ramaiolo al maglio Oggetto Immagine
Descrizione
Titolo Etichetta alternativa Classe
Ora laboratorio Manzoni ma un tempo... Descrizione Oggetto fisico
I mulini al Bailo Descrizione Oggetto fisico
Origine
Titolo Etichetta alternativa Classe
"Bót de l'òra" Manzoni Provenienza Oggetto fisico