Antichi mulini di Ciago

Contenuto

Titolo
Antichi mulini di Ciago - illustrazione
Descrizione
Disegno raffigurante la dislocazione degli antichi mulini di Ciago
Autore
Stefano Zuccatti
Data
2018
Licenza
CC BY
Titolo
Antichi mulini di Ciago - foto
Descrizione
Sulla foto panoramica di Ciago fatta dal parapendio sono stati localizzati gli antichi mulini presenti un tempo in paese.
Autore della fotografia
Data della fotografia
10 agosto 2010
Titolo
Antichi mulini di Ciago - pdf percorso
Titolo
Antichi mulini di Ciago - traccia gpx
Nome
Antichi mulini di Ciago
Descrizione
Il fondamentale ruolo ricoperto dai mulini nella storia e nell’economia del paese di Ciago si rintraccia facilmente nelle testimonianze documentarie, orali e toponomastiche presenti ancora oggi. Il paese è infatti attraversato dal rievocativo tracciato della “Val dei Molini” che, trasformatosi in sentiero, un tempo costituiva una via principale che si collegava, mediante una rampa, alla strada sottostante, via di San Rocco. Lì la roggia attraversa la strada ed, in passato, vi era collocato un lavatoio - abbeveratoio posto in posizione parallela alla larghezza del tracciato che lasciava uno stretto passaggio per i carri al suo fianco. Ancora oggi parte di questo sentiero viene utilizzata frequentemente dai pedoni che si spostano fra via San Rocco e la chiesa, sono state abbandonate la ripida parte che raggiungeva il vecchio mulino Cattoni fiancheggiando la roggia e pure la ripida parte in basso alla quale si preferisce il Vicolo della rogia pur se privato.

Il toponimo della “Val dei Molini” si lega alle tradizionali arti molitorie che venivano esercitate nel borgo almeno sino dal 1387. A partire da tale data si leggono le prime tracce della presenza d’opifici collocati lungo la roggia del torrente Valachel e di un certo «…Antonius de Veczano…».

Le vicende dei mugnai e della macinazione dei cereali a Ciago rimangono celate sino al 1848, anno di richiesta per la costruzione di una chiusa sulla roggia ai fini dell’antincendio “A lato del paese di Ciago scorre una roggia che serve all’uso della macina in quel comune ...”. Successivamente furono resi pubblici la “Relazione Statistica della camera di Commercio e d’Industria in Rovereto per l’anno 1880”, testimoniante la presenza di tre mugnai, e la cartografia del 1860 (prodotta dal Catasto Asburgico) riportante ben cinque mulini. L’analisi della mappa attesta l’esistenza dei mulini Cattoni, Eccel e Zuccatti, il successivo spostamento di sede dell’opificio Cappelletti e la posteriore costruzione della fucina Lucchi.
---
Per approfondimenti sono consultabili on-line:
- Antichi mulini di Ciago - di Caterina Zanin e Rosetta Margoni - in Sito Ecomuseo della Valle dei Laghi - 2018;
- La roggia di Nanghel di Rosetta Margoni, Diomira Grazioli e Ettore Parisi - in Il libro delle acque 2008, pag. 246-248;
- Un breve viaggio tra rogge e mulini - di Attilio Comai, in Il libro delle acque 2008, pag. 467-477;
- Tra gli ingranaggi del mulino - di Diomira Grazioli, Rosetta Margoni, Luca Sommadossi - in Vezzano 7 n.3 del 1991 pag. 8-9-10.

Ecomuseo: Antichi mulini di Ciago
Il Libro delle acque - rogge e sorgenti della Valle dei Laghi dalle viscere della terra alle opere dell'uomo.
Vezzano 7 (1991/3)
Data di costruzione
1387
1860

Risorse correlate

Filtra per proprietà

È parte di
Titolo Etichetta alternativa Classe
Mulino Cappelletti È parte di Oggetto fisico
Mulino Cattoni È parte di Oggetto fisico
Fucina Lucchi È parte di Oggetto fisico
Il mulino di legno scomparso È parte di Oggetto fisico
Mulino Zuccatti È parte di Oggetto fisico
Mulino Eccel È parte di Oggetto fisico
Oggetto
Titolo Etichetta alternativa Classe
I mulini di Ciago sulla mappa del 1860 Oggetto Immagine
Antichi mulini di Ciago Oggetto Testo
I mulini di Ciago nei ricordi di Antonia Zuccatti Oggetto Suono
Descrizione
Titolo Etichetta alternativa Classe
La roggia di Ciago Descrizione Oggetto fisico